Franchising Camiceria - Come aprire una camiceria

I negozi mono-prodotto sono spesso un azzardo perché i gusti e le necessità della clientela variano molto velocemente ed un oggetto che ieri sembrava indispensabile, oggi può non essere più ricercato.
Non è così per le camicie e per i negozi che fanno di questo capo di abbigliamento il loro business: resistono dagli anni ’50 e incontrano continuo gradimento nel pubblico. La camicia non è solo un grande classico dell’abbigliamento, ma per alcuni rappresenta un elemento indispensabile del proprio guardaroba e, gli amanti del genere sono disposti a spendere pur di avere la qualità che desiderano.

Visita anche: Franchising Abbigliamento


 

Cosa serve per aprire una camiceria

Il locale dedicato alla vendita non deve essere molto grande: bastano in genere 60 o 70 mq, ma è bene preoccuparsi della visibilità. Dovrà essere ben posizionato, preferibilmente con affaccio su una via di passaggio o in un centro commerciale, con un bacino di utenza elevato, almeno 50.000 persone. La struttura deve avere almeno una grande vetrina e arredi minimali, per dare risalto alla merce.
Date le dimensioni ridotte, non si rende necessario l’impiego di un gran numero di addetti, con un considerevole risparmio di risorse.


Requisiti e iter per aprire una camiceria

Aprire una camiceria, richiede l’apertura di una P.IVA, nonché l’adempimento delle pratiche relative presso Camera di Commercio, Inps e INAIL, per le quali è consigliabile chiedere l’aiuto di un professionista.
Trattandosi di una attività svolta in spazi limitati, in genere inferiori ai 250 mq, sarà sufficiente presentare al Comune di Competenza la denuncia di inizio attività, comprensiva della planimetria e delle attestazioni di idoneità igienico-sanitaria.
Dopo 45 giorni, se il Comune non presenta rilievi, è possibile iniziare l’attività.

Quanto costa aprire una camiceria

Oltre all’affitto del locale, i cui costi dipendono dalle dimensioni e dalla localizzazione, gli arredi sono la voce di costo principale, considerando che il personale non è necessario: si parla di circa 400/600 Euro al mq, senza considerare eventuali impianti od opere di muratura che si dovessero rendere necessarie.

Franchising

Aprire una camiceria in franchising è una buona alternativa imprenditoriale. Esistono alcuni marchi noti che operano su scala nazionale proprio attraverso questo genere di rapporto di affiliazione e che offrono condizioni molto vantaggiose a fronte di investimento medio tra i 10.000 e i 20.000 Euro.

La limitata presenza di questo genere di negozi (Camicissima, ad esempio ne conta meno di 150) sul territorio rende in particolare molto appetibile l’esclusiva che ogni affiliato ottiene per la zona di competenza, che si traduce in genere in una buona resa dell’attività, anche nel periodo dei saldi stagionali.

Inoltre, la gestione centralizzata di magazzini e rifornimenti, semplifica notevolmente l’attività quotidiana e solleva il titolare del punto vendita dalle difficoltà connesse con l’approvvigionamento, lasciandolo libero di dedicarsi totalmente al cliente, offrendo un servizio su misura, che si fa ricordare per i buoni rapporti qualità/prezzo.

Per visionare i migliori marchi di camicerie in franchising visita la categoria Abbigliamento cliccando qui.

Puoi scegliere tra 3 marchi

Franchising DS Camicie -

DS Camicie

Franchising Camicerie

Inv minimo: € 18,000

Franchising Invidia -

Invidia

Franchising Camicerie

Inv minimo: € 35,000

Franchising SOS Sartoria Rapida -

SOS Sartoria Rapida

Franchising Sartorie

Inv minimo: € 5,000

franchising