Franchising Scarpe e Calzature, come aprire un negozio di scarpe

Franchising Scarpe. Qui puoi trovare le migliore opportunità in franchising per aprire un negozio di scarpe o attività legate al mondo delle calzature. È possibile consultare le schede e richiedere ai brands di proprio interesse ulteriori informazioni in merito all’affiliazione e alle condizioni contrattuali.

Segue sotto "Requisiti e come aprire un negozio di scarpe"

Puoi scegliere tra 1 marchi

Franchising Exia Girl -

Exia Girl

Abbigliamento Donna Total Look

Inv minimo: € 25,000

franchising

Come aprire un negozio di Calzature

Il luogo ideale dove aprire un negozio di calzature è la zona di forte passaggio pedonale, magari in centro città o comunque in una via importante, oppure nei centri commerciali più in voga. La metratura del locale non deve essere per forza molto ampia ma questo dipende dal tipo di negozio che si intende aprire.

L'investimento iniziale

Anche questo dipende molto dal tipo di negozio che si intende avviare. Se si vuole aprire uno store dall’ampio spazio espositivo con diverse paia di scarpe rivolte a tutte la famiglia la somma da investire leviterà inevitabilmente. Se invece il vostro progetto è una boutique oppure un mini-store con una sola tipologia di prodotto (snickers, casual, sportive, da donna ecc) l’investimento sarà sicuramente più contenuto. Altri fattori poi influiscono su questo dato, ovvero la localizzazione del negozio e il target clientelare.
L’investimento minimo comunque non è mai inferiore ai 20.000 euro circa. A voler spendere di più ovviamente non c’è limite.

Requisiti per aprire un negozio di scarpe

Per aprire un negozio di scarpe è sufficiente aver raggiunto la maggiore età e non essere stati dichiarati falliti o chiamati in causa in procedure concorsuali.

Iter procedurale e fiscale:

  • scegliere il marchio franchising a cui affiliarsi e contattarlo per richiedere copia del contratto, informazioni sull’affilizione e consigli sulla location (è consigliabile contattare diversi marchi in franchising prima di effettuare la scelta per poterne confrontare le offerte e decidere in maniera più consapevole, magari facendosi consigliare anche dal proprio commercialista);
  • individuare un locale, in affitto o di proprietà, con bagno e con i Mq necessari;
  • aprire partita IVA e iscriversi al registro delle imprese presso la camera di commercio (commercialista);
  • effettuare la dichiarazione di avvio attività (DIA) da inviare al comune (commercialista).